Salta al contenuto principale

Bimbo morto a Cosenza dopo un’ingessatura, chieste 4 condanne

Basilicata

Il pm ha chiesto la condanna a 6 anni e 9 mesi di reclusione, complessivamente, per i quattro medici dell’ospedale di Cosenza accusati per la morte del piccolo Andrea Bonanno

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Il pubblico ministero Salvatore De Maio ha chiesto, durante la sua requisitoria, 6 anni e 9 mesi di reclusione, complessivamente, per i quattro medici del reparto di ortopedia dell’ospedale di Cosenza accusati di concorso in omicidio colposo riguardo la vicenda del piccolo Andrea Bonanno. Il bimbo, di Amantea (Cosenza), è morto 4 anni fa dopo un lungo calvario che, secondo l’accusa, è stato causato da una ingessatura ad un braccio che avrebbe provocato una serie di gravi complicazioni. De Maio ha chiesto un anno e 9 mesi di reclusione per il primario del reparto, Francesco Togo, un anno e sei mesi per due medici, Antonio Franco e Achille Maria Scalercio, e due anni per il medico che avrebbe falsificato la cartella medica, Battista Rota. Tutti i medici erano assenti oggi dall’aula. Questa mattina hanno tenuto la loro requisitoria anche gli avvocati di parte civile, Carlo Taormina ed Enzo Belvedere. Ora la parola passerà agli avvocati della difesa e forse già dopodomani si avrà la sentenza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?