Salta al contenuto principale

Tarsia: incidenti sul lavoro, operaio muore in un cantiere dell'A3

Basilicata

Una nuova morte bianca sul posto di lavoro. E' successo nel Cosentino, a Tarsia, in un cantiere dell'autostrada

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

Si chiamava Valerio Messuti e aveva 21 anni l’operaio morto in un incidente sul lavoro in un cantiere dell’A3 Salerno Reggio Calabria a Tarsia.
Il giovane, che era originario di Marsico Vetere (Potenza), stava lavorando con altri due colleghi, per conto dell’impresa esecutrice Carena spa di Genova, nel cantiere per la costruzione della nuova galleria «Serra dell’Ospedale» sulla carreggiata nord dell’arteria.
Messuti, che si trovava assieme ai due colleghi sul cestello elevatore, sarebbe stato colpito, per cause che sono in corso di accertamento, secondo quanto riferisce l’Anas – da un blocco di argilla staccatosi improvvisamente dal fronte di scavo. Il giovane è stato colpito alla testa dal blocco ed è morto sul colpo, mentre gli altri due operai che erano con lui sono rimasti illesi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?