Salta al contenuto principale

La Vibonese si prepara al match con la Juve Stabia

Basilicata

2ª Divisione. Gara insidiosa contro una realtà di valore

Tempo di lettura: 
1 minuto 57 secondi

di ANTONINO SCHINELLA
“Il punto di penalizzazione? Sapevamo di correre questo rischio. Dispiace, piuttosto, per l’inibizione combinata ai danni dei cinque dirigenti, Pippo Caffo, Massimo Colistra, Rino Figliano, Francesco Patania e Santino Gurzillo”. Con poche ma eloquenti parole, il tecnico rossoblu Angelo Galfano ha commentato la decisione assunta dalla Commissione disciplinare nazionale che ha disposto un punto di penalizzazione per la Vibonese e l’inibizione per sei mesi dei cinque dirigenti della società di Via Piazza d’Armi. Una sanzione pesante, soprattutto quella inflitta nei confronti dei cinque membri del sodalizio rossoblu, che ha lasciato l’amaro in bocca a Vibo Valentia. Ma allo stesso tempo, è tanta anche la voglia di guardare oltre e conquistare al più presto quei punti che un pizzico di malasorte prima e la Commissione disciplinare nazionale poli hanno sottratto alla Vibonese. Domenica prossima, al Luigi Razza, però sarà di scena la Juve Stabia, una delle candidate più accreditate per la vittoria del campionato e una squadra reduce da tre vittorie consecutive.
A Vibo gli stabiesi non avranno a seguito i propri tifosi, ma ciononostante la squadra di Rastelli rimane la formazione da battere, una squadra di prima fascia che domenica scorsa si è permessa addirittura il lusso di tenere in panchina elementi quali gli ex Vibonese Panico e Fabbro e l’ex Juventus e Udinese Ametrano. Insomma, Gaetano Di Mauro e compagni domenica prossima si troveranno davanti una delle migliori formazione del campionato. Ma a Vibo Valentia nessuno ha intenzione di fare da vittima sacrificale.
AMICHEVOLE
All’indomani della pesante decisione assunta dalla Commissione disciplinare nazionale, gli uomini a disposizione di Angelo Galfano hanno sostenuto la consueta amichevole infrasettimanale, contro la formazione Allievi. Buone notizie sono giunte dall’infermeria: i difensori Patanè e Orefice sono ormai sulla strada del definitivo recupero e domenica prossima potrebbero essere regolarmente in campo. Ieri pomeriggio Galfano, ha preferito mischiare le carte, soprattutto in difesa vista il probabile recupero dei due difensori. Dalla cintola in su, invece, è assai probabile, anche in virtù di quanto emerso ieri, che Galfano schieri la formazione tipo, con Lopetrone, Pirrone e Di Mauro a centrocampo e Riccobono, Camilluzzi e Sperandeo in attacco. E proprio quest’ultimo, ieri pomeriggio, è stato il mattatore del match, con una doppietta. Per la cronaca la partitella è finita 3-0 per i ragazzi di Galfano. L’altra marcatura porta la firma di Camilluzzi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?