Salta al contenuto principale

«Saldare il federalismo fiscale a una chiara, non formale riaffermazione del patto nazionale unitario».

Basilicata

Il richiamo del Capo dello Stato sulle "novità" della politica economica per superare «le preoccupazioni o diffidenze che le circondano».

Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

RIONERO - «Le novità del federalismo fiscale, per conquistare i maggiori consensi che le mancano e superare le preoccupazioni o diffidenze che le circondano, devono saldarsi con una chiara, non formale riaffermazione del patto nazionale unitario». Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, durante il convegno sulla questione meridionale che si è concluso oggi a Rionero, in chiusura della visita del capo dello Stato in Basilicata.
«Sono comprensibili e significativi», ha aggiunto, i richiami a valorizzare le diverse esperienze storiche e le diverse realtà e tradizioni del nord e del sud, delle singole regioni, ma «non possono considerarsi in contrasto con la loro riconduzione all’unità. Questo fu il grande obiettivo del Risorgimento e il grande traguardo della fondazione dello Stato nazionale italiano». Anche la valorizzazione delle «correnti autonomiste e federaliste» di Cattaneo e poi di Salvemini e di altri che emersero nel Risorgimento, ha concluso Napolitano, può confluire pienamente in un programma celebrativo del centocinquantesimo che abbia al centro la riaffermazione del patto nazionale unitario».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?