Salta al contenuto principale

Calderoli contro chi spreca nella Sanità e pensa alla Calabria

Basilicata

Il ministro Calderoli punta il dito contro le Regioni che sprecano nella Sanita definendole "canaglie". «In Calabria - afferma - non è possibile che ci sia la richiesta di effettuare il doppio delle T

Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

Nel nostro Paese «ci sono 5 regioni che per la Sanità sono delle vere e proprie eccellenze. Per alcune altre, però, il termine canaglià è poco». Così dal palco della XXV assemblea dell’Anci il ministro per la Semplificazione normativa, Roberto Calderoli, torna a puntare la propria attenzione contro gli sprechi delle Regioni nella Sanità, capitolo che rappresenta circa l’80% del bilancio di ogni Regione.
«Ho fatto un giro – spiega – tra le regioni che sono più in difficoltà con i conti, e ne ho trovate di tutti i colori. Non è possibile che in Calabria ci sia» la richiesta di dover effettuare «il doppio delle Tac, in proporzione alla popolazione rispetto alla Lombardia, e il 60% chiede invece di farle fuori Regione. Non è possibile – prosegue il ministro – che ci siano alcune Regioni che pagano il sangue 4 volte più degli altri».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?