Salta al contenuto principale

Presunto esponente della 'ndrangheta arrestato a Messina

Basilicata

Si tratta di Roberto Trifiletti, 41 anni, colpito da un’ordinanza di custodia cautelae in carcere emessa dalla dalla Corte d’Assise d’Appello di Reggio Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 31 secondi

Un presunto esponente delle 'Ndrangheta calabrese, condannato non definitivamente all’ergastolo per omicidio e associazione mafiosa, è stato arrestato dai carabinieri a Messina, dove risiede nel rione di Camaro Superiore. Si tratta di Roberto Trifiletti, 41 anni, colpito da un’ordinanza di custodia cautelae in carcere emessa dalla dalla Corte d’Assise d’Appello di Reggio Calabria per il pericolo di fuga dopo la condanna all’ergastolo per l’omicidio di Francesco Managò e il tentato omicidio di Francesco Zinili e Giuseppe Belcastro, in un agguato a Sant'Ilario dello Jonio (Crotone) nel giugno del 2000, e per associazione di tipo mafioso. Trifiletti è stato rinchiuso nel carcere messinese di Gazzi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?