Salta al contenuto principale

Quattro scuole di Cosenza finaliste al "Global Junior Challenge"

Basilicata

I progetti più innovativi delle scuole italiane, concorrono al Premio speciale del Presidente della Repubblica

Tempo di lettura: 
1 minuto 52 secondi

Tra i 109 finalisti del concorso internazionale Global Junior Challenge, promosso dalla Fondazione Mondo Digitale, anche i progetti di quattro scuole di Cosenza e il magazine on line dei giovani reggini.
L’istituto alberghiero «E. Aletti» di Trebisacce, in provincia di Cosenza, ha realizzato un’insolita partnership con scuole dello stesso indirizzo in Ungheria, Polonia, Bulgaria, Portogallo, Lettonia, Romania e Russia.
Al centro del lavoro comune la pizza, analizzata sia sul piano sociologico, associando riti e linguaggio giovanile, sia su quello economico-aziendale. E se la pizza nel corso del tempo si è trasformata in un alimento trasversale a tutte le classi sociali (da cibo per poveri a cibo globalizzato) quali caratteristiche deve avere oggi un esercizio commerciale di successo?
Le scuole sono state coinvolte in un progetto articolato che ha previsto varie fasi, da un torneo di pizzaioli alla simulazione di impresa per aprire una pizzeria (progetto «Pizza, impresa ed Europa», categoria fino a 18 anni). Scambio culturale e peer education anche per il progetto Comunicazione interculturale tra pari che coinvolge l’istituto tecnico industriale «Antonio Monaco» di Cosenza (in foto) e il liceo «T.Kosciuszki» di Myslowice in Polonia.
Il terzo progetto è una collaborazione tra due scuole di Cosenza, il liceo «Lucrezia della Valle» e la scuola media «Tommaso Campanella». In occasione dell’Anno astronomico internazionale, con il sostegno dell’Agenzia Spaziale Italiana e della Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze, studenti e docenti hanno coinvolto l’intera cittadinanza in eventi, manifestazione e attività di laboratorio.
Con il progetto l'Occhio di Galileo, che applica una metodologia didattica «aperta», studenti di diversa età si sono appassionati allo studio delle materie scientifiche, dall’astronomia all’ottica, hanno realizzato prodotti multimediali e allestito mostre permanenti.
Sono ancora i giovani i protagonisti, come autori, del quarto progetto in finale, nella categoria «Creatività e innovazione sociale».
Ventidue «volontari dell’informazione» (nessuno è giornalista) hanno progettato LiberaReggio, un magazine on line per dare voce ai giovani che vivono e vogliono continuare a vivere a Reggio Calabria, combattendo l’isolamento del «Sudditalia».
Il concorso internazionale Global Junior Challenge, promosso dalla Fondazione Mondo Digitale, premia l'uso innovativo delle moderne tecnologie per la formazione, l'educazione, la solidarietà e la cooperazione internazionale. Non idee, ma progetti pienamente operativi. Tra 446 partecipanti, sono stati selezionati 109 finalisti, provenienti da 32 Paesi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?