Salta al contenuto principale

Sanità: siglata intesa tra Asp di Cosenza e sindacati

Basilicata

Sottoscritto un protocollo «Per una sanità a dimensione dei cittadini» tra l'azienda sanitaria provinciale di Cosenza e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil

Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

E' stato sottoscritto questa mattina, nella sede della Direzione Generale dell’Asp di Cosenza, un protocollo «Per una sanità a dimensione dei cittadini» tra l'azienda sanitaria provinciale di Cosenza e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil.
Per l’Azienda sanitaria hanno partecipato all’incontro Franco Petramala (in foto), Direttore Generale dell’ASP di Cosenza, e Antonello Scalzo, direttore sanitario dell’Asp Cosenza. Per le organizzazioni sindacali c'erano: Antonio Lento e Paolo Tramonti, rispettivamente segretario generale provinciale della Uil e della Cisl, Giovanni Donato, segretario generale della Cgil di Cosenza, Mimma Iannello, Segretaria comprensoriale della Cgil-Pollino-Sibaritide-Tirreno, e Orlando Bonadies, segretario generale della Cgil-Pollino-Sibaritide-Tirreno.
IL DOCUMENTO
Nel documento si afferma «di assumere la pratica della concertazione come sistema di partecipazione per giungere ad una programmazione sanitaria condivisa nelle fasi fondamentali di predisposizione della programmazione aziendale e distrettuale e di ogni altra fase di definizione di misure con particolare ricaduta sulla programmazione dell’offerta assistenziale» e di “rendere nella disponibilità delle organizzazioni sindacali ogni atto di rilevanza sindacale (Bilanci, piante organiche, liste d’Attesa, ecc..) funzionali alla trattazione dei temi oggetto del presente Accordo».
Nel protocollo si afferma, tra l’altro, «di istituire un Tavolo permanente di monitoraggio sulle liste di attesa composto dalla direzione aziendale e direzioni ospedaliere e da un rappresentante per ognuna delle confederazioni di Cgil, Cisl e Uil con il compito di addivenire entro il 15 ottobre alla predisposizione del Piano aziendale per l’abbattimento delle liste di attesa; di proseguire l’aggiornamento anche in forma seminariale sulla organizzazione dell’Adi, già avviata; di reperire ogni figura in disponibilità dell’Azienda per rafforzare le funzioni degli Uffici Ticket per alleviare ogni forma di disagio fra l’utenza e di istituire apposito tavolo tecnico per la individuazione di linee guida condivise finalizzate alla gestione del personale relativamente alla riorganizzazione aziendale per come derivante dal piano di rientro e sempre nell’ottica della salvaguardia dei livelli occupazionali dando atto del processo avviato ed in fase avanzata nell’Asp di Cosenza sul tema della stabilizzazione come da vigente normativa».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?