Salta al contenuto principale

Eccellenza lucana
di marca campana

Basilicata

Ricigliano a punteggio pieno, il Valdiano insegue a ruota. Nel massimo campionato lucano latitano gli acuti delle squadre di casa nostra.

Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi

NON SI ARRESTA più la marcia vittoriosa del Ricigliano al vertice del campionato di Eccellenza. La squadra salernitana ha collezionato il massimo dei punti in classifica (dodici dopo quattro giornate), ha piegato con un tris il quotato Fortis Murgia (finora imbattuto) e sta mettendo in atto la prima vera fuga stagionale. Davvero niente male. Nell'ultima giornata calcistica, ha mantenuto il passo del Ricigliano soltanto il Ruggiero Valdiano, che occupa attualmente la seconda piazza del podio. Sul terzo gradino c'è una piacevole sorpresa: è rappresentata dalla matricola Viggiano. E' stata una domenica “del pallone” funestata da una marea di insoddisfazioni da parte delle squadre che hanno viaggiato (ha vinto soltanto il Real Tolve in quel di Muro Lucano), mentre ha prevalso quasi interamente il fattore campo (sette incontri su otto sono terminati con il segno “1”). Partiamo dall'alto della graduatoria di Eccellenza. Il Ricigliano o Comprensorio Tanagro di mister Dente ha “affettato” per benino il Fortis Murgia, al suo primo capitombolo della stagione. I campani hanno dominato con un tris firmato da Avallone, Maienza e Fernicola. Ha pesato, però, molto l'espulsione di Grassani per l'undici di Squicciarini. Un rigore trasformato dallo straordinario Salamone è stato decisivo per decidere le sorti di Ruggiero Valdiano-Irsinese. Il team di Masullo si è ripreso le zone nobili della classifica portando a nove i risultati utili consecutivi domiciliari, mentre l'Irsinese è ritornata a casa a mani vuote per la quarta volta di fila in campionato. Il Viggiano è una piacevole sorpresa di questo scorcio di stagione: la formazione allenata da Villani ha superato anche l'ostacolo Atella Monticchio, con un doppio Campisano (neo capocannoniere dell'Eccellenza lucana). Il Genzano Banzi ha approfittato dell'inferiorità numerica del Ferrandina per chiudere subito i conti, mentre l'Angelo Cristofaro Oppido ha ottenuto i tre punti in palio a spese del Picerno. La Vultur Rionero si è sbarazzata di misura del Borussia Pleiade. Il Real Tolve ha bissato il successo di Coppa in casa della Murese; tris del Policoro (primo sorriso in campionato) contro l'Avigliano.
I NUMERI Turno di campionato in cui ha prevalso il segno “1”. Diciannove gol messi a segno in questa quarta giornata (72 marcature in totale in campionato), di cui 16 dalle formazioni che hanno giocato in casa, 3, invece, da quelle che hanno giocato in trasferta. Si sono registrati 7 successi interni, 1 vittoria esterna e nessun pareggio. Il migliore attacco del campionato lo detiene il Ricigliano (10 reti), il peggiore è quello del Ferrandina (0 reti). Le migliori difese sono quelle del Ricigliano e dell'Angelo Cristofaro Oppido (1 rete subita), mentre è del Ferrandina (16 reti subite) la retroguardia più perforata. Classifica marcatori: Campisano (Viggiano): 4 reti; Salamone (Ruggiero Valdiano, 1), Avallone (Ricigliano), Daniele (Ricigliano), Vigliucci (Genzano Banzi, 1), Valente (Atella Monticchio), Salbini (Avigliano, 1): 3 reti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?