Salta al contenuto principale

Publisys Potenza
sotto accusa l'attacco

Basilicata

Il coach Paternoster parla di basse percentuali al tiro per giustificare il ko pesante patito con il Siena nell'esordio a Potena. Sono due ora le sconfitte di seguito

Tempo di lettura: 
2 minuti 16 secondi

LA PUBLISYS Potenza esce tra i fischi del pubblico di casa. Nonostante la sconfitta, la seconda consecutiva, però in casa potentina si cerca di sdrammatizzare. La contestazione del pubblico presente non fanno bene al morale della truppa di Paternoster. Questo sotto gli occhi di Francesco Ponticello e Claudio Corà, spettatori interessati alla gara. La compagine di Paternoster ha steccato la prima gara casalinga. Tanti, forse troppi gli errori di imprecisione al tiro, costati inevitabilmente la sconfitta al quintetto potentino. Un ko dalle mille ragioni, quello patito dai potentini al cospetto di un Siena, disposto in campo tatticamente alla perfezione da Marcello Billeri. A causare il ko è stato il carattere, la voglia di vincere e mettere in mostra i muscoli. La Publisys non ha mostrato quella determinazione e quel furore agonistico espresso nella pre season. Ci sarà tanto da lavorare per i potentini, in vista della delicatissima trasferta di Perugia, in programma sabato alle 21. La Publisys non ha avuto gli stessi ritmi di gioco, le rotazioni e la precisione di gioco dei toscani. Un ko fin troppo scontato per essere giudicato diversamente. Tante cose non sono andate per il verso giusto in casa bianconera. Il solo Ruggeri ha tenuto alto il gonfalone dei potentini, poi per il resto buio pesto. E' troppo presto per creare allarmismi, ma la squadra deve reagire immediatamente. A parlare delle cause della sconfitta è il coach Antonio Paternoster che ha dichiarato a caldo: “Sul punteggio di 66 a 61 abbiamo sbagliato il canestro che avrebbe riaperto i giochi, le nostre percentuali in attacco sono state troppo basse, non si può vincere tirando così male. Da tre il 5/24 è la fotografia della nostra prestazione negativa”. L'analisi di Paternoster si sposta sul versante opposto: “Anche in difesa siamo stati molli, commettendo diversi errori. Siena sprizzava energia da tutti i pori, la mia squadra no. E' questo un dato importante”. Il coach dei potentini parla di altri aspetti: “Non credo nell'inesperienza dei miei giocatori. Ho in squadra gente esperta come Ruggeri, Rato, Maioli e Antrops, non credo che la sconfitta dipenda dall'ingenuità e inesperienza dei miei atleti. Ora pensiamo alla prossima partita di Perugia che per noi sarà difficile”. E' euforico, invece in casa Consum.it Siena il coach Marcello Billeri. Il tecnico dei senesi parla del match affermando quanto segue: “Abbiamo lottato per tutta la partita, dimostrando di essere squadra di rango. Potenza darà filo da torcere a tutte le formazioni, si tratta di un complesso da rispettare. La gestione dei falli? E' stato un punto a nostro favore. Siamo stati bravi a non perdere il controllo dei nervi. Posso essere pienamente soddisfatto per questo successo”. Beato lui che porta a casa due punti preziosi per la classifica del Siena, mentre la Publisys è ancora al palo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?