Salta al contenuto principale

Lega Pro: le decisioni del giudice sportivo e le squalifiche

Basilicata

Le decisioni del giudice sportivo relativamente alla Prima e Seconda divisione di Lega pro

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

Il giudice sportivo della Lega Pro Pasquale Marino, ha squalificato otto giocatori in prima divisione e undici in seconda divisione.
In prima divisione sono stati squalificati per due turni Salgado (Foggia), e per una giornata Pencelli e Cavagna (Foligno), Di Simone (Andria Bat), Fanucci (Cosenza), Iacopino (Monza), Schettino (Alessandria) e Nocerino (Cavese).
Ammonizione con diffida per Tarantino (Cavese), Roselli (Cosenza), Ceccarelli (Verona), Eramo (Monza), Panini (Paganese), Cazzola (Pergocrema), Lebran (Rimini), Lo Monaco e Nicodemo (Sorrento) e Zamboni (Spal).
Tra gli allenatori squalifica per un turno per Degli Schiavi (tecnico in seconda dell’Andria) «perchè in stato di squalifica sostava negli spogliatoi della propria squadra prima e dopo la disputa della gara (sanzione aggiunta alla precedente)».
Ammende a società: Giulianova 5000 euro, Cosenza 2000, Foggia e Potenza 1500, Pro Patria e Novara 500, Monza 300.
In seconda divisione, squalificati per due giornate Marchetti (Fano) e Serrapica (Nocerina) e per un turno Ferretti (Mezzocorona), Tursi (Celano), La Rocca (Isola Liri), Bricchetti (Olbia), Petrocco (Brindisi), Lorenzini (Pro Belvedere), Calvi (Rodengo Saiano), Collini (Colligiana) e Manzo (Villacidrese).
Tra i dirigenti inibizione fino al 27 ottobre 2009 per Radicchi (San Marino) e fino al 13 ottobre 2009 per Giua (Alghero).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?