Salta al contenuto principale

Sanità, ok condizionato al piano di rientro

Basilicata

Il ministero ha in sostanza approvato le linee del piano di rientro, chiedendo però la chiusura di strutture ospedaliere, il taglio del personale il e blocco del turn over per tagliare la spesa

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Via libera condizionato da parte del governo al piano di rientro della Calabria per la sanità. Questo, a quanto si apprende, l’esito di una riunione che si è tenuta ieri sera al ministero del Welfare tra il ministro Mauzizio Sacconi, il vice ministro Ferruccio Fazio e il governatore della Calabria Agazio Loiero. Il ministero avrebbe in sostanza approvato le linee del piano di rientro, chiedendo però determinati impegni: chiusura di strutture ospedaliere, taglio del personale e blocco del turn over per tagliare la spesa. L’ok condizionato al piano ha l’effetto, nei fatti, di bloccare temporaneamente l’ipotesi di un commissariamento. Venerdì scorso, tra l’altro, si era profilata la possibilità che il consiglio dei ministri varasse il commissariamento della sanità calabrese. Ipotesi che poi non ha preso corpo anche per un dato tecnico, ossia non c'era stata un’interlocuzione preventiva con la Regione. Le misure per l’attuazione del piano di rientro calabrese saranno soggette a un controllo da parte del ministero. Le parti non hanno fissato la data di un nuovo incontro, ma potrebbero rivedersi già tra 15 giorni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?