Salta al contenuto principale

Legautonomie: poche donne negli organi istituzionali calabresi

Basilicata

Il 48% delle giunte dei comuni calabresi (quasi la metà) fa registrare la totale assenza di presenza delle donne negli esecutivi

Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

Il Presidente della Legautonomie Calabria, Antonio Acri, interviene con una nota, in merito alla recente vicenda della Giunta provinciale di Taranto costretta da una sentenza del TAR a garantire la presenza femminile nell’organo di governo.
«Già nel 2005 – scrive Acri – la nostra associazione aveva affrontato con un apposito studio lo stato della presenza femminile nella politica calabrese, rilevando in Calabria una scarsissima presenze delle donne nelle istituzioni locali.
La provincia più al maschile – aggiunge – è quella di Reggio Calabria con una percentuale del 55% di Comuni senza donne nelle giunte, mentre quella di Cosenza è al 45%. Sono 4 i comuni con oltre 15mila abitanti senza donne nell’esecutivo mentre il 65% dei comuni off limits per le donne hanno meno di tremila abitanti. Da oggi la nostra associazione – assicura Acri – sarà impegnata a sollecitare la revisione di quegli Statuti comunali che ancora non hanno inserito una norma antidiscriminatoria di genere per favorire le pari opportunità per la rappresentanza istituzionale».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?