Salta al contenuto principale

Vibo: arrestato elemento di spicco del clan Mancuso

Basilicata

Un altro elemento di spicco del clan Mancuso è finito in carcere per scontare una pena

Tempo di lettura: 
0 minuti 29 secondi

Un altro affiliato alla cosca Mancuso è stato arrestato perchè deve scontare una pena, diventata esecutiva, di circa due anni di reclusione, per reati associatii nell’ambito dell’operazione «Dinasty – Affari di famiglia».
Si tratta di Salvatore Cuturello, 39 anni, genero di Peppe Mancuso, considerato il boss dell’omonimo clan e condannato all’ergastolo.
I carabinieri della stazione di Limbadi, diretti dal maresciallo Tommaso Montuori, con l’ordine di carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Catanzaro, si erano presentati nella sua abitazione di località «Gurnera» per arrestarlo, ma il Cuturello si era già costituito nel carcere a Palmi (Rc).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?