Salta al contenuto principale

Sergi «Sulla vicenda Bonanno Loiero ha fatto ciò che poteva»

Basilicata

Pantaleone Sergi, portavoce del presidente della Regione, Agazio Loiero, difende l'operato del governatore e chiarisce quanto detto di fronte alla commissione parlamentare per i rischi nel settore san

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

«E' comprensibile la richiesta di giustizia dei signori Bonanno i quali la solidarietà del presidente Loiero l’hanno avuta in maniera tangibile, senza dover attendere la pronuncia del giudice. E posso assicurare che tutto quello che Loiero e la Giunta in questa vicenda dovevano fare l’hanno fatto e se altro ci sarà da fare non si tireranno indietro». È quanto ha detto Pantaleone Sergi, portavoce del presidente della Regione, Agazio Loiero, dopo le dichiarazioni dei coniugi Bonanno. «Loiero – ha aggiunto Sergi – non può promettere quello che non può fare. Ha detto però che la Regione si sarebbe costituita parte civile e lo ha fatto dando un segnale forte. Ha assicurato poi che avrebbe dato direttive ai direttori delle Aziende sanitarie e ospedaliere per assumere provvedimenti rigorosi qualora si accertino errori sanitari e lo ha fatto con una delibera di Giunta molto dettagliata. I dg tuttavia operano in autonomia, in base alle leggi vigenti e devono rispettarle fino in fondo». «Che non si possa operare in altro modo – ha detto ancora Sergi – ha preso atto anche la Commissione parlamentare per i rischi nel settore sanitario presieduta da Leoluca Orlando davanti alla quale Loiero ha spiegato come stanno le cose e ha illustrato il lavoro fatto». «Il verbale dell’audizione di Loiero – ha detto ancora Sergi - mi spiace dover correggere i signori Bonanno i quali avranno ricevuto informazioni sbagliate, distorte o interessate, è molto chiaro. Intanto non ci sono ultimatum nè a Loiero la Commissione ha assegnato 30 giorni per assumere provvedimenti punitivi contro chicchessia avendo ben chiaro che ciò è impossibile nelle fasi processuali in cui la vicenda Bonanno e le altre vicende sono arrivate. Entro trenta giorni la Commissione tra tante informazioni ha chiesto di conoscere nel dettaglio le vicende di presunta malasanità a sua conoscenza. Niente di più». «Spiace constatare – ha concluso Sergi – che i signori Bonanno protestino contro l’unica persona, il presidente Loiero, che è stato al loro fianco in ogni momento».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?