Salta al contenuto principale

Nuovo sbarco di clandestini nella Locride

Basilicata

In tutto 23 e sono di nazionalità dichiarata curda, irachena e afghana. Gli stranieri parlano
di un viaggio in camion. Indaga la polizia

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Un gruppo di clandestini è stato intercettato stamattina a Caulonia Marina nella Locride. Sono 23, di nazionalità dichiarata curda, irachena e afghana, e appaiono ben vestiti, i clandestini rintracciati dalle forze dell’ordine nella Locride. Del gruppo di clandestini individuati con le medesime modalità registrate in un altro presunto episodio di sbarco avvenuto lo scorso 27 settembre, 19 sono stati rintracciati dai carabinieri e quattro dalla Guardia di finanza. Tra di loro c'è anche una donna. Alle forze dell’ordine gli immigrati hanno raccontato, come accaduto nell’analogo episodio del mese scorso, di essere stati trasportati da un camion e non da un’imbarcazione. In particolare, i quattro immigrati intercettati dai finanzieri alla stazione ferroviaria di Roccella sono stati trovati in possesso di biglietti per Roma. Le condizioni dei 23 migranti, gli indumenti che non presentano tracce di sabbia e le verifiche fatte sul tratto di costa tra Punta Stilo e Capo Spartivento che non hanno evidenziato presenze di natanti di alcun genere sulla spiaggia, sembrano avvalorare ipotesi dell’utilizzo di camion. Attualmente, in attesa di verificare i loro dati, i clandestini sono ospitati nel mercato coperto di Caulonia dove la polizia sta verificando se si tratta di nuovi ingressi o di persone scappate da qualche centro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?