Salta al contenuto principale

Caso Claps: a Potenza arrivano gli agenti di Scotland Yard

Basilicata

La polizia britannica ha interrogato alcune persone. Indagano sul caso Barnett a cui è stato associato spesso il nome di Danilo Restivo

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

POTENZA - Alcune persone sono state interrogate oggi, nel capoluogo, dalla Polizia inglese nell’ambito dell’indagine di Scotland Yard sull'omicidio di Heather Barnett, la donna di Bournemouth uccisa il 12 novembre 2002 nella sua abitazione. Al nome della donna la Polizia inglese ha spesso associato, quale presunto responsabile del delitto, quello del potentino Danilo Restivo, coinvolto anche nell’indagine italiana sulla scomparsa di Elisa Claps, la ragazza allora sedicenne di cui si sono perse le tracce il 12 settembre 1993. Lo stesso Restivo, che si è trasferito in Inghilterra e che abitava vicino alla casa di Barnett, fu interrogato dagli agenti di Scotland Yard che trovarono delle ciocche di capelli vicine al cadavere. A Potenza, Restivo è conosciuto dalla Polizia per alcuni episodi analoghi: è emerso più volte che aveva tagliato ciocche di capelli ad alcune ragazze della città. Gli interrogatori di Scotland Yard avvengono per rogatoria internazionale con l’assistenza della Squadra mobile della Questura, tutt'ora a sua volta impegnata nelle indagini per la scomparsa di Elisa Claps.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?