Salta al contenuto principale

Calcio: Crotone, superare il tabù

Basilicata

Serie B. Al posto di Galardo scocca l’ora di Scognamiglio con la maglia da titolare. Arriva il Vicenza, Lerda deve sconfiggere anche la tradizione negativa

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

Grattacapo per il tecnico del Crotone, Lerda relativamente alle assenze di Galardo e Legati per squalifica. Dovrà varare una formazione comunque inedita, ma il fatto è che a mancare sono due pilastri. Il difensore con Abruzzese forma una coppia già collaudatissima, uno dei punti di forza di questa squadra, e Galardo, su Galardo non dobbiamo spiegare niente, basta solo dire che manca.
Per la sostituzione del difensore non ci sono dubbi, anche perché in questo momento i centrali di ruolo sono tre e quindi per Scognamiglio scocca l’ora del debutto da titolare.
Per quanto riguarda la mediana, invece, la soluzione non è del tutto scontata. Partiamo dalla più probabile: uno fra Mazzarani e De Martino al fianco di Beati, il resto invariato. Ma è possibile pure che il romano possa giocare sulla trequarti, magari fra Cutolo e Gabionetta, e in quel caso il sacrificato sarebbe Daud.
Il fatto è che c’è stato poco tempo per provare. Oggi lo “Scida” riapre a tutti, ospiti compresi, e anche per questo il Crotone apre le porte anche all’Associazione italiana per la lotta alla distrofia muscolare.
La scorsa settimana negli stadi italiani è stata effettuata la vendita delle mele per la ricerca, ma il Crotone giocava fuori casa. Tuttavia, la società non si è sottratta anche perché già da alcuni anni ha avviato una partnership con l’associazione. I volontari del servizio civile venderanno dunque i sa cchetti di mele: metà del ricavato andrà a favore della ricerca, l’altra metà alla sezione provinciale dell’Aism per le attività di sostegno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?