Salta al contenuto principale

Il Catanzaro vuole arrivare all'obiettivo primato

Basilicata

Per i giallorossi un turno favorevole visto l’impegno esterno del Gela. A marce forzate verso il match col Barletta. E Mosciaro ora sta bene

Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

Procede senza intoppi la preparazione dei giallorossi in vista della gara casalinga contro il Barletta che potrebbe, visto il concomitante impegno esterno della capolista Gela, impegnata nell’ostica trasferta di Cassino, regalare a Gimmelli (in foto) e compagni la vetta della classifica per adesso negatagli solo dalla penalizzazione subita lo scorso mese. Nella seduta di ieri è rientrato anche il dubbio inerente le condizioni di Mosciaro che risente di un malanno muscolare all’intersezione della coscia e non di un principio di pubalgia come in un primo momento si era temuto.
Così, in vista della gara contro i pugliesi, probabile che l’unico cambio rispetto all’undici che Auteri ha più spesso messo in campo in queste prime otto giornate di campionato, rimanga quello forzato dalle condizioni di Benincasa al cui posto, sulla corsia di sinistra del centrocampo, potrebbe giostrare Daniele Unniemi. Nei reparti arretrati ed avanzati, infatti, dovrebbero rimanere i due trii che fino a questo momento hanno garantito al Catanzaro di inanellare i lusinghieri risultati fin qui ottenuti con Ciano – Gimmelli e Di Maio in difesa davanti a Vono e Caputo (anche ieri apparso in ottime condizioni) – Mosciaro e Montella di punta con l’argentino Longoni pronto ad subentrare a partita in corso laddove ci fosse la necessità di abbattere il prevedibile muro che il Barletta, che sarà, come al solito sui Tre Colli, seguito da un consistente numero di propri sostenitori gemellati da tempo con i giallorossi, ergerà a contrastare il migliore attacco della categoria.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?