Salta al contenuto principale

Regionali, Corbelli chiede l'abolizione del Listino

Basilicata

Franco Corbelli riporta l'attenzione dei tre candidati presidente alle regionali sulla questione del Listino e chiede con forza l'abolizione di «uno strumento vergognoso sulla cui abolizione tutti era

Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, in una nota, «denuncia il silenzio di tutti i partiti politici presenti in Consiglio regionale sulla preannunciata cancellazione del Listino nella nuova legge elettorale regionale». Corbelli, è scritto nella nota, teme «un inciucio tra centrodestra e centrosinistra per mantenere in vita il Listino-vergogna, per realizzare operazioni di trasformismo, accordi trasversali e garantire così l’elezione all’Assemblea di Palazzo Campanella a personaggi-nominati privi di alcun consenso elettorale». «Perchè - ha sostenuto Corbelli - nessuno parla più dell’abolizione del Listino? Per mesi hanno tutti espresso la volontà di cancellarlo. Da un pò di tempo un inspiegabile e sospetto silenzio è calato sulla cancellazione di questa norma-porcata (per usare le parole del Ministro Calderoli) della legge regionale. Il Listino è stato già o sarà cancellato nella nuova legge elettorale? O i partiti hanno sottoscritto tacitamente un accordo ignobile per mantenere questo assurdo privilegio come merce di scambio per accordi elettorali e candidature alla Presidenza? Diritti Civili rivolge una richiesta ufficiale ai tre candidati presidenti, Agazio Loiero, Giuseppe Scopelliti e Pippo Callipo di pronunciarsi su questo tema non irrilevante per evitare il baratto elettorale».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?