Salta al contenuto principale

Eccellenza lucana
il punto dopo la sesta giornata

Basilicata

Il Ricigliano riprende la corsa, ma il Valdiano non molla. La sorpresa è il Viggiano. Ferrandina sta per chiudere i battenti

Tempo di lettura: 
2 minuti 16 secondi

VETTA CONSOLIDATA e margine di vantaggio rafforzato sulle immediate inseguitrici. La capolista Ricigliano di mister Dente sta cominciando a fare davvero sul serio sul tetto della classifica di Eccellenza. Dopo il mezzo passo falso nel turno precedente, i campani si sono nuovamente proiettati a + 3 sul tandem di inseguitori, formato dal Ruggiero Valdiano e dall'Angelo Cristofaro Oppido. E subito dietro c'è la sorpresa Viggiano. La “serie A” lucana è entrata nel vivo della stagione e sta appassionando nelle zone nobili della graduatoria. Restano, invece, sempre bloccate al palo le “cenerentole” Irsinese e Ferrandina. Per loro non sembra esserci una via d'uscita. Partiamo dal vertice del campionato. Il Ricigliano ha ripreso la sua fuga solitaria in testa, grazie ad Avallone e Maienza che hanno annullato il Picerno. Il sodalizio campano ha una difesa impenetrabile ed è reduce da cinque turni di imbattibilità. L'Angelo Cristofaro Oppido ha messo le ali e si è riportato in piazza d'onore. L'undici allenato da Manniello ha piegato la resistenza dell'Atella Monticchio, con i gemelli Leone e con D'Amico. I fari della sesta giornata di Eccellenza erano, però, puntati sul confronto d'alta quota tra il Ruggiero Valdiano ed il Fortis Murgia. I ventidue protagonisti in campo hanno regalato soltanto un pari “ad occhiali”. Il Viggiano si è confermato tra le big del campionato. La squadra rivelazione di questo scorcio di stagione ha pesantemente umiliato il Genzano Banzi con un poker esterno (doppiette per Campisano e Chirichella). Ancora una volta il Real Tolve ha sfiorato l'impresa esterna, ma poi è capitolato. Dopo il vantaggio firmato da Santagata, la Vultur Rionero ha capovolto il risultato ed ha vinto la partita. Un timido Avigliano formato-trasferta ha rimediato un tris in casa della Murese, rilanciando alla grande le quotazioni del team di Lardo. Si è colorata nuovamente di tinte fosche la domenica calcistica per il Ferrandina e l'Irsinese (hanno ringraziato il Policoro ed il Borussia Pleiade).

IL PRESIDENTE del Ferrandina, Capalbo, ha lanciato l'ultimatum: chi tiene ancora alle sorti della squadra deve farsi avanti entro questa settimana, altrimenti la compagine che milita nel campionato di Eccellenza chiuderà definitivamente i battenti. E' stata chiara la massima carica societaria del sodalizio materano. Ora, la palla è stata rimbalzata alle forze imprenditoriali. Se davvero tengono al bene del Ferrandina Calcio dovranno proporsi con offerte concrete, che mettano in salvo la squadra. Altrimenti sarà la fine ed il Ferrandina non scenderà in campo già a partire da domenica prossima (in calendario c'è il match interno con la capolista Ricigliano). Si sta colorando sempre di tinte più fosche il futuro societario della gloriosa compagine ferrandinese (che compie 60 anni quest’anno). Ricordiamo che, ad oggi, il Ferrandina veste la “maglia nera” del campionato di Eccellenza, senza neppure un punto all'attivo. In classifica, soltanto l'Irsinese è più indietro, ferma a meno uno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?