Salta al contenuto principale

Cresce l'attesa per Tornatore

Basilicata

Al San Giovanni la mostra sul film Baarìa

Tempo di lettura: 
1 minuto 37 secondi

Non si è ancora spenta l'eco della straordinaria apertura della rassegna La Grande Musica per il Cinema che già si annuncia al Politeama una nuova magica serata internazionale: domenica sera il concerto del grande compositore giapponese Ryuichi Sakamoto, autore di colonne sonore indimenticabili (“Merry Christas, Mr Laurence”, “Il the nel deserto”, “L'ultimo imperatore”) avrà come ospite d'onore Peppuccio Tornatore, il regista che con “Baarìa” rappresenterà il cinema italiano nella corsa all'Oscar. Lo stesso Sakamoto, come si ricorderà, ha conquistato la statuetta nel 1987 con le musiche composte per Bernardo Bertolucci e il suo “The last emperor”.
Come è noto, Tornatore inaugurerà un'ora prima del concerto la mostra delle fotografie che egli stesso ha scattato sul set di “Baarìa” durante i lunghissimi mesi di lavorazione in Tunisia e in Sicilia.
Si annuncia pertanto una domenica assolutamente speciale per Catanzaro e per il suo teatro che sono riusciti a conquistarsi l'attenzione di tutti i media nazionali con la manifestazione di cui è presidente onorario il maestro Ennio Morricone.
Gli spettatori che assisteranno al concerto di Sakamoto avranno pertanto l'opportunità di incontrare il maestro Tornatore che raggiungerà Catanzaro direttamente da Valencia dove, dopo Tokio, promuoverà il suo kolossal. Un vero e proprio ponte aereo Tokio- Valencia-Roma-Lamezia Terme consentirà al grande regista di essere puntuale al taglio del nastro della sua attesissima mostra.
Al San Giovanni sono già arrivate le opere fotografiche: si tratta di 160 pannelli, realizzati dallo studio Fotogramma24 di Roma. Le immagini sono stupende e raccontano momenti inediti della lunga fase di lavorazione di “Baarìa”. La mostra è organizzata congiuntamente dalla Fondazione Politeama e dall'assessorato comunale alla cultura, retto da Antonio Argirò.
Il management della Fondazione (il Sovrintendente e direttore artistico Mario Foglietti, il direttore generale Marcello Furriolo) sottolineano la straordinarietà della giornata di domenica: la presenza contemporanea a Catanzaro e al Politeama di due premi Oscar, uno per la regia, l'altro per la composizione, consacra la rassegna internazionale e rafforza il ruolo del Politeama nello scenario culturale italiano.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?