Salta al contenuto principale

Il comune di Soveria Mannelli adotta 300 bambini africani

Basilicata

«Soveria è una città che ha sempre fatto della solidarietà e dei valori praticati una delle sue caratteristiche vincenti». Così il Sindaco di Soveria, Mario Caligiuri

Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

Uno straordinario e continuo impegno di solidarietà delle famiglie della sua città. Grazie all’impegno del Gruppo Missionario della Parrocchia di San Giovanni Battista, guidata da don Antonio Brando, anche nel 2008 si sono realizzate 337 adozioni, tutte interamente rivolte verso il villaggio di Migina, in Uganda, dove opera febbrilmente Padre Paolino Tomaino, missionario calabrese che ha dedicato la sua vita all’Africa e che da anni promuove le adozioni a distanza come strumento per aiutare i bambini a vivere serenamente la loro infanzia e ad avere una giusta istruzione.
Una bella mostra con le foto dei 337 bambini adottati dai cittadini di Soveria è stata allestita nei locali del Segretariato Sociale del Comune di Soveria Mannelli, coordinato da Santina Colosimo. I bambini adottati sono studenti della scuola di San Giovanni Battista del villaggio di Migina in Uganda, dove grazie proprio all’impegno di Padre Paolino è stato possibile realizzare strutture per il corso completo delle scuole elementari e delle scuole superiori. La mostra resterà aperta fino al 31 ottobre, con la possibilità di adottare ancora altri bambini.
«Su circa mille famiglie, – riporta una nota – con le sue 337 attuali adozioni, la Comunità di Soveria Mannelli si distingue ampiamente non solo nel contesto della Diocesi di Lamezia Terme, ma di tutta la Calabria, aggiungendo probabilmente un altro piccolo, ma significativo primato, alla città più informatizzata d’Italia».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?