Salta al contenuto principale

Compra un’escavatore con assegni falsi, arrestato il truffatore reggino

Basilicata

Ha pagato un escavatore nuovo con tre assegni falsi, del valore complessivo di 50 mila euro. La truffa è stata architettata da un pluripregiudicato di 24 anni originario di Marina di Gioiosa Ionica

Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

La truffa è stata architettata da un pluripregiudicato calabrese di 24 anni, B.C., originario di Marina di Gioiosa Ionica (Reggio Calabria), che nella serata di ieri è stato arrestato dagli agenti della polizia stradale di Seriate (Bergamo), mentre si allontanava con il carico appena 'acquistatò. Vittima della truffa è un giovane altoatesino di 33 anni, che dopo aver pubblicato un annuncio su un giornale specializzato, si è accordato con il truffatore per la vendita dell’escavatore. I due si sono incontrati a Calcinate, in provincia di Bergamo, dove è avvenuto lo scambio. Poco dopo, la vittima del raggiro si è accorta che il numero di serie dei tre assegni era lo stesso, e ha avvisato la polizia. Gli agenti hanno rintracciato il camion che trasportava l’escavatore lungo l'autostrada A4, nei pressi di Agrate (Milano), mentre viaggiava in direzione di Milano.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?