Salta al contenuto principale

Vertici di Apea e Ageforma: è polemica

Basilicata

Il presidente della Provincia nomina i componenti degli enti e inserisce anche l'Udc Cappella, la Pdl non ci sta e si apre una forte polemica politica

Tempo di lettura: 
2 minuti 13 secondi

di PIERO QUARTOMATERA - SONO STATI nominati i vertici di Ageforma e Apea.
La decisione è stata presa dal presidente della giunta Franco Stella e non ha mancato di causare più di una polemica da parte della minoranza. Ma andiamo con ordine perchè la giornata è stata molto intensa.
Le nomine risalgono, pare, alla serata di mercoledì.
Ieri mattina poi l’accettazione dei singoli componenti e solo nella serata, intorno alle 19, con colpevole ritardo, l’Ufficio stampa della Provincia ne ne ha dato notizia ufficiale.
Le nomine sono quelle di Nicola Trombetta in qualità di presidente di Ageforma, con Giuseppe Digilio e Francesco Mandile quali componenti del consiglio di amministrazione e Salvatore Parziale direttore generale. Invece per quanto riguarda l'Apea Giuseppina Costantini, presidente, Sergio Cappella e Francesco Labriola componenti del consiglio di amministrazione, mentre Vito Petralla è il direttore generale.
«I neo eletti - ha spiegato il presidente Stella - sono professionisti che sapranno assolvere con competenza alle mission che li attendono nei due settori, formazione e ambiente, strategici ai fini dello sviluppo del territorio». «Le sfide che attendono le due agenzie sono cruciali, - ha precisato Stella - e necessitano di esperti che mettano a valore il proprio know how e la propria expertise.
Da un lato la formazione, con il suo ruolo chiave all'interno di una società in continua evoluzione, che chiede di essere ripensata secondo modelli nuovi, modelli improntati a una integrazione reale con il mondo del lavoro.
E dall'altro lato l'ambiente, con la sua green economy e i suoi scenari di sviluppo alternativo».
Ma sulle scelte e i nomi emerge chiaramente la mancanza di un rappresentante del Pdl, la spiegazione arriva direttamente dal capogruppo Giuseppe Labriola: «il Pdl ha rinunciato a qualsiasi rappresentanza a seguito del comportamento del presidente Stella che ci ha chiesto un nome dicendo che lui aveva già quello di Cappella. La cosa ci ha portato a rinunciare alla nostra rappresentanza e chiederemo con una mozione di fare chiarezza per capire chi sono i consiglieri di maggioranza e chi sono quelli di opposizione perchè le situazioni politiche che riguardano la Provincia e il Comune di Matera si fanno a confondere.
Ad esempio Perniola è in maggioranza o con l’Udc? Chiederemo che i singoli consiglieri si schierino apertamente, bisogna fare chiarezza. Il presidente Stella», conclude Labriola, «era partito bene, ora sta razzolando male».
Per la cronaca il componente dell’Apea Sergio Cappella è il figlio del capogruppo dell’Udc in Consiglio comunale, Giuliano. Stella ha negato comunque al “Quotidiano” che questo sia un passo propedeutico all’ingresso in giunta dell’Udc alla Provincia: «non c’è al momento questo tipo di situazione, la giunta provinciale c’è già e le nomine non la riguardano».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?