Salta al contenuto principale

Giunta Buccico, cadono le ultime speranze

Basilicata

I consiglieri Corazza e Lapolla chiariscono, in due interventi distinti, di non voler aderire a progetti con il centrodestra: «Il trasformismo non ci appartiene e non potremmo mai sostenere la coalizi

Tempo di lettura: 
2 minuti 21 secondi

di PIERO QUARTO
IL TENTATIVO di comporre un quadro politico difficile la Pdl lo ha fatto e ad un certo punto sembrava che vi potessero anche essere i presupposti per arrivare ad una soluzione ma alla fine la legge dei numeri è risultata decisiva ed anche quei consiglieri che sembrava avessero lasciato aperta una porta ad un dialogo ed ad una trattativa hanno chiuso definitivamente ogni speranza.
La voce di una possibile soluzione positiva della crisi politica al Comune di Matera ha fatto il giro della città con sensazioni ed umori diversi ma anche con la consapevolezza che molto difficile restava arrivare ad una vera e propria quadratura. Consapevolezza che è propria anche del primo cittadino Nicola Buccico sostanzialmente lontano dalle ultime trattative e che ha lasciato ai vertici della Pdl il compito di comporre la situazione.
Oggi è l’ultimo giorno utile per una qualsiasi trattativa ma già nella serata di ieri gli spiragli intravisti sono caduti con il consigliere della Rosa Bianca Michele Corazza che ha spiegato in una nota: «In una fase delicata e convulsa, come quella che si vive in queste ore sulla vicenda del Comune di Matera, si denota di attribuire alla mia persona, riconduzioni trasformistiche che non hanno alcun fondamento.
A beneficio di coloro che in questi anni di mia attività politica, si sono mostrati particolarmente distratti, vorrei solo rammentare che il sottoscritto, a scanso di eventuali equivoci, non ha mai e mai potrà sostenere, il centrodestra per il governo della città di Matera, in quanto eletto nelle fila del centrosinistra.
E' ormai copioso il mio curriculum e la relativa antologia su questo tema; a conforto della mia coerenza politica, sia in termini di collocazione nell'ambito dell'area moderata nel centrosinistra, sia per le battaglie che il sottoscritto ha condotto, anche in solitudine, nelle istituzioni, contro il dilagare del trasformismo imperante e perseverante, che resta ancora amaramente di attualità.
Il tema che invece la Rosa Bianca di Basilicata, ha voluto trasferire», ha concluso Corazza «a beneficio dell'opinione pubblica, si riferiva esclusivamente ad alcune vicende che hanno riguardato le “scelte”, condotte nel solco delle istituzioni a guida centro-sinistra, rappresentando chiaramente il momento di anomala difficoltà che la coalizione vive nel nostro territorio».
Altrettanto netta la presa di posizione di Angelo Lapolla che raggiunto telefonicamente dal “Quotidiano” ha spiegato: «la parola trasformismo non mi appartiene a differenza di altri che erano da altre parti, rimarco la mia estraneità a qualsiasi progetto che si sta mettendo in campo. Non potrei essere io la bombola di ossigeno del centrodestra, sono indipendente ma vicino al centrosinistra e non ho mai pensato di tradire il mandato elettorale che ho ottenuto». Parole che insieme a quelle di Corazza mettono la parola fine sull’Amministrazione Buccico. Restano ancora 24 ore di tempo ma non ci saranno sorprese che potranno cambiare l’equilibrio politico che si è venuto a creare.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?