Salta al contenuto principale

Nave dei veleni, Oliverio fischiato ma smentisce

Basilicata

L'ufficio stampa dell'amministrazione provinciale di Cosenza smentisce la notizia diffusasi nelle ultime ore secondo cui il presidente della Provincia di Cosenza sarebbe stato contestato durante la ma

Tempo di lettura: 
2 minuti 8 secondi

Momenti di tensione durante la fase conclusiva della manifestazione di Amantea contro le navi dei veleni. Infatti un gruppo di attivisti delle associazioni No Ponte e No Tav ha manifestato rumorosamente all’annuncio dell’intervento del presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio che non era in scaletta ma che ha sostituito il previsto contributo dell’assessore provinciale all’Ambiente cosentino, Ferdinando Aiello. Secondo quanto ricostruito Oliverio non ha potuto prendere la parola per le urla e i fischi di contestazione. A nulla sono valsi gli inviti alla calma da parte degli organizzatori. Alla base del palco alcuni manifestanti hanno fatto pressione contro il cordone delle forze dell’ordine e si è reso necessario un intervento di contenimento che ha riportato la situazione alla normalità.
La replica
«E' assolutamente priva di fondamento la notizia secondo cui al presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, sarebbe stato impedito di parlare alla manifestazione 'Basta veleni', svoltasi stamane ad Amantea, da un non meglio identificato gruppo di facinorosi». E' quanto afferma, in una nota, l’Ufficio stampa della Provincia. «A conferma di ciò - prosegue la nota - vi è il fatto che il presidente per suo costume e prassi consolidata non sostituisce nè tantomeno può essere delegato da un proprio assessore (semmai è vero il contrario), non aveva nessuna intenzione di prendere il posto di un suo collaboratore di giunta. Ad ulteriore conferma vi è il fatto che il presidente della Provincia di Cosenza, appena la pioggia è cominciata a cadere insistentemente su Amantea, essendo egli ancora convalescente da una recente, brutta influenza, ha lasciato il corteo della manifestazione a metà percorso, infilandosi in auto e imboccando la strada di casa. Motivo, quest’ultimo, che conferma il fatto che egli non si è mai avvicinato al palco della manifestazione per prendere la parola. Probabilmente - è scritto ancora nella nota - la notizia di una pseudo contestazione è stata diffusa ad arte da qualcuno che da tempo cerca di colpire l’immagine di un presidente che gode di grandissima credibilità nei territori e tra la gente e il cui rapporto con i concittadini è stato e sarà sempre improntato a massima stima, fiducia ed amicizia. Il presidente Oliverio, infatti nelle settimane scorse ha avuto modo di partecipare ad altre iniziative che hanno avuto al centro il problema della nave dei veleni e dell’inquinamento ambientale, affermando una interlocuzione positiva con i movimenti che hanno promosso o aderito alla manifestazione di Amantea. Un’iniziativa, quest’ultima, che è stata realizzata anche grazie all’apporto e al contributo attivo dell’Amministrazione provinciale di Cosenza, come ben sanno i promotori della stessa»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?