Salta al contenuto principale

Vibo Valentia, si insedia al Comune
la Commissione di accesso agli atti

Basilicata

L'organismo investigativo dovrà accertare la presenza di presunti condizionamenti mafiosi in seno all'ente nel periodo della gestione Sammarco

Tempo di lettura: 
0 minuti 32 secondi

Si è insediata questa mattina la commissione di accesso agli atti inviata dal prefetto di Vibo Valentia presso il comune del capoluogo di provincia. I componenti della stessa, un capitano dei Carabinieri, un dirigente della Polizia di Stato, un ufficiale della Guardia di Finanza, e un funzionario dell'ufficio territoriale del governo dovranno eseguire accertamenti sulla documentazione amministrativa dell'ente nel periodo compreso tra il 2005 e il 2009 con lo scopo di stabilire l'esistenza o meno di presunti condizionamenti mafiosi nella gestione dell'attività amministrativa. La commissione avrà 60 giorni di tempo, derogabili a 90, per effettuare le verifiche e presentarle al prefetto il quale, a sua volta, le inoltrerà al ministro degli Interni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?