Salta al contenuto principale

Hinterreggio, un ko che brucia

Basilicata

Serie D. Il Rosarno trova il pari con un rigore dubbio e poi vince. Tensione sugli spalti e in campo La squadra di casa penalizzata dall’arbitro dopo l’iniziale 1-0

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

L’Hinterreggio che perde il derby e grida allo scippo con i due finali di tempo che si tingono di giallo. Nel primo quarto d’ora della ripresa, l’arbitro sembra fischiare a senso unico sino all’assegnazione di un rigore apparso inesistente a favore del Rosarno. Più che protestare, infatti, i giocatori dell’Hinterreggio si guardano perplessi ed accusano il colpo psicologico per poi ripartire contro un nemico rivitalizzato.
Al 37’ su una palla recuperata a centrocampo dall’Hinterreggio, Crucitti sorprende difensori e portiere e con un tocco chirurgico sul primo palo gonfia il sacco. Si chiude il primo tempo.
Dopo circa 10’ dalla curva ospite un drappello di sostenitori rosarnesi prova a scavalcare le recinzioni per raggiungere gli spogliatoi dove nel frattempo scoppia un parapiglia.
Al minuto 8’ l’Hinterreggio sfiora il bis con Crucitti su assist di Garufi. Al minuto 15’ il fattaccio con Cirillo che “sviene” in area. Da metri undici Di Maio è implacabile. Poco dopo Rosarno potrebbe addirittura passare: il cross di Trentinella trova l’incornata da due passi di Cirillo, Pratticò è super e respinge. Al 26’ Alessandrì incespica sulla palla nel cuore dell’area di rigore su assit di Borghetto. Al 40’ Bruzzese parte in slalom appoggia nel cuore dell’area per Cirillo che piazza la sfera in rete. L’arrembaggio finale dei biancoazzurri è sterile. Davanti agli spogliatoi, poi, lo spettacolo che non vorresti mai vedere.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?