Salta al contenuto principale

Rosarno, sgomberato immobile confiscato alla cosca Pesce nel 2001

Basilicata

La polizia ha sgomberato oggi un immobile confiscato alla cosca Pesce nel 2001. Il fabbricato sarà destinato a nuova sede del Comando di polizia municipale

Tempo di lettura: 
0 minuti 36 secondi

Un immobile confiscato alla cosca Pesce di Rosarno è stato sgomberato oggi dalla polizia. Dopo aver proceduto, il 16 settembre scorso, all'acquisizione di cinque unità immobiliari facenti parte di un fabbricato confiscato dal Tribunale di Reggio Calabria - sezione Misure di prevenzione a carico di Savino Pesce, morto il 7 aprile 2008, oggi personale della divisione Anticrimine della Questura e del Commissariato di Gioia Tauro, hanno proceduto a liberare un ulteriore immobile completando lo sgombero dell'intero fabbricato. Le unità immobiliari erano state sequestrate il 25 giugno 1994 e successivamente confiscate con decreto del 17 aprile 1996, divenuto definitivo il 19 novembre 2001. Dopo lo sgombero, avvenuto senza problemi di ordine pubblico, il fabbricato è stata posto nella disponibilità del Comune di Rosarno per essere destinato a nuova sede del Comando di polizia municipale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?