Salta al contenuto principale

Vigor Lamezia, società chiama tifosi

Basilicata

Vigor, la società scende in campo. Mascaro: «I calciatori sono pagati»

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Alla vigilia del match casalingo con il Mazara, la Vigor si appella al pubblico e chiama a raccolta la tifoseria lametina che, nell’ultima gara casalinga contro l’Acicatena, si è presentata al “D’Ippolito” in numero inferiore rispetto alle gare precedenti contro il Trapani, Castrovillari e Rossanese.
Ieri l'appello in conferenza stampa del presidente Paolo Mascaro e del direttore sportivo Fabrizio Maglia.
L'incontro è stato utile anche per smentire la voce messa in giro, che la società avrebbe avuto delle difficoltà a pagare le spettanze ai giocatori, in particolare a Vincenzo Cosa. Voci escluse dal presidente Mascaro e dal ds Maglia.
Il presidente Mascaro, sollecitato sulla questione, a ha ribadito, a proposito di squadra unica, che «i tifosi della Vigor, in tutta Italia, hanno portato il nome di Lamezia Terme. Questo sta succedendo dal 1977, da quando la denominazione Vigor Nicastro passò a Vigor Lamezia. Rappresentiamo quindi la città intera da 32 anni. Fino a quando ci sarà questa società, la Vigor Lamezia resterà tale. Non si può annacquare la storia».
Il presidente ha poi annunciato a breve una conferenza stampa per il settore giovanile «sul quale stiamo lavorando molto, creando una organizzazione societaria a parte».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?