Salta al contenuto principale

Locri, ennesimo sgombero di edifici alla 'ndrangheta

Basilicata

A fare il punto sull'attività svolta, è stato il dirigente della sezione anticrimine della Questura di Reggio Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 36 secondi

Trentasei immobili tra appartamenti, garage e negozi, situati nella provincia di Reggio Calabria, già confiscati a esponenti di cosche della 'ndrangheta, sono stati sgomberati ed acquisiti dalla polizia nel corso di una serie di operazioni cominciate il 22 luglio e concluse il 5 novembre.
L’operazione conclusa adesso fa seguito ad un’altra fase nel corso della quale erano state sgomberate altre 45 unità immobiliari. Complessivamente, il valore degli 81 beni acquisiti al patrimonio dello Stato, alcuni dei quali confiscati da anni, e assegnati a enti locali e associazioni ammonta a circa 50 milioni di euro.
L’ultimo sgombero in ordine di tempo è stato eseguito ieri (nella foto) in un immobile di proprietà di Nicola Cataldo, di Locri, che è stato assegnato al Comune per finalità sociali e istituzionali.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?