Salta al contenuto principale

Nomade arrestato a Reggio per tentata violenza sessuale

Basilicata

Il giovane di 23 anni avrebbe tentato di stuprare una studentessa diciottenne all'uscita da scuola

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Ha tentato di violentare una giovane studentessa di 18 anni, dopo averla seguita una volta uscita da scuola. In manette un nomade di 23 anni, Antonino Guerino,arrestato dalla polizia a Reggio Calabria con l’accusa di violenza sessuale.
La ragazza uscita da scuola, dopo essersi intrattenuta con i compagni davanti all’istituto che frequenta, si stava avviando verso casa quando si è accorta di essere seguita da uno sconosciuto che ha iniziato a rivolgerle pesanti apprezzamenti.
Successivamente lo sconosciuto l’ha costretta contro il muro di un palazzo in una zona deserta. È stato solo grazie ad un attimo di distrazione dell’aggressore che la ragazza è riuscita a divincolarsi e a correre per chiedere aiuto riuscendo ad attirare l’attenzione di una volante.
La vittima in forte stato di agitazione, ha fornito ai poliziotti una descrizione dell’aggressore che ha consentito di risalire ad Antonino Guerino, nomade italiano.
Intanto, la diciottenne è stata accompagnata al pronto soccorso e visitata dai sanitari che le hanno riscontrato lesioni guaribili in sei giorni.
Le ricerche di Guerino hanno portato all’individuazione del ragazzo che, in Questura, è stato riconosciuto dalla diciottenne.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?