Salta al contenuto principale

Caduta muro, Loiero alla cerimonia di Berlino

Basilicata

Domani intervento al X Summit Mondiale dei Premi Nobel per la Pace e che si svolge nel «Municipio Rosso», meglio conosciuto come «Rotes Rathaus»

Tempo di lettura: 
2 minuti 21 secondi

Invitato dal segretariato permanente dei Nobel per la Pace, il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, ha partecipato questo pomeriggio a Berlino alla celebrazione per il ventennale della caduta del muro che ha portato nella capitale tedesca migliaia e migliaia di persone e attirato l’attenzione di tutto il mondo. «Mi è sembrato quasi - ha commentato Loiero – di vivere la storia in diretta. Venti anni fa, in questa città risorta due volte, dopo la guerra e dopo l’unificazione, con la caduta del muro che separava le due Germanie è iniziato un processo di libertà e di pace che ha cambiato la geografia politica planetaria. Portare qui, tra i grandi del mondo, il nome della Calabria e rappresentarne le aspirazioni di pace per l’abbattimento di altri muri, come quello dell’intolleranza, è stata una forte emozione».
Fasci di luce illuminano la Porta di Brandeburgo, simbolo della ritrovata libertà per chi viveva nell’Europa dell’Est. Ci sono i grandi del mondo e c'è una folla incalcolabile che fin dal primo mattino si è ritrovata in Potsdamer Platz fino check point Charlie. Tantissimi i giovani, arrivati da ogni parte del mondo. Venti anni fa, quando il muro fu abbattuto da gente anelante libertà, molti di loro non erano neppure nati. Oggi vogliono essere testimoni di questo evento che lo ricorda. Il Presidente Loiero, nella tribuna riservata alle autorità, accanto alla tribuna della stampa e alle torri delle tv, con i protagonisti di vent'anni fa, Lech Walesa e Mikhail Gorbachev che hanno simbolicamente dato il via alla caduta di primi mattoni del muro ricostruito per l'occasione: lungo il percorso per arrivare alla porta di Brandemburgo erano state disposte tessere domino di enormi dimensioni realizzate dagli studenti di Berlino. La missione di Loiero a Berlino continuerà domani con un intervento al X Summit Mondiale dei Premi Nobel per la Pace e che si svolge nel «Municipio Rosso», meglio conosciuto come «Rotes Rathaus», sede del sindaco e del governo della città-stato di Berlino. Durante la divisione della città era utilizzato solo come municipio di Berlino Est. Come è noto la Calabria è partner del Summit da diversi anni. Loiero interverrà dopo Klaus Wowereit, sindaco di Berlino, Walter Veltroni, co-presidente del vertice, Mikhail Gorbachev, presidente del Summit, Josè Manuel Barroso, presidente della Commissione europea, Thomas Stelzer, Assistant, Segretariato Generale Nazioni Unite. Sempre domani, nel pomeriggio, il presidente Loiero avrà un incontro con l’ambasciatore italiano Michele Valensise e un gruppo di emigrati calabresi a Berlino. Mercoledì, infine, appuntamento molto atteso, il regista Wim Wenders parlerà di Calabria e di accoglienza all’interno della quinta sessione del Summit coordinata da Michael Binyon del quotidiano inglese The Times. Wenders parlerà della sua esperienza tra gli immigrati in Calabria dove ha realizzato il corto in 3D «Il Volo», coprodotto dalla Regione Calabria. E che tra poche settimane sarà presentato in Italia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?