Salta al contenuto principale

Macedone 28enne arrestato a Reggio
per rapina ad un pensionato

Basilicata

Il rapinatore è stato tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Tempo di lettura: 
1 minuto 24 secondi

Nella mattinata di sabato i Carabinieri della Stazione di Gallina hanno arrestato in flagranza di reato Ajdar Densi, macedone domiciliato a Reggio, di anni 28, con l’accusa di rapina.
Intorno alle 11.00 un anziano di 76 anni residente a Gallina, dopo aver ritirato presso l’Ufficio Postale sulla via Carlo Alberto della medesima frazione la pensione di 700 euro, suo unico sostentamento, si stava dirigendo verso casa. Ma nei pressi della Chiesa Madre, è stato aggredito alle spalle da un uomo che, dopo averlo strattonato, lo ha colpito con due forti pugni, uno al volto ed uno al fianco, facendolo finire a terra.
A quel punto il ventottenne ha rubato il portafogli dalla tasca dell'anziano con tale violenza da strappargli tutti i pantaloni alla povera vittima ormai inerme. L’aggressore si è poi allontananto nelle vie adiacenti.
L’anziano, immediatamente soccorso da personale del 118, ha riferito una descrizione dell'uomo ai carabinieri della Stazione di Gallina, spiegando che l’uomo che lo aveva aggredito era presente già all’interno dell’ufficio postale ed era stato dietro di lui.
I militari sono così tornati presso l’ufficio postale dove, grazie anche alla collaborazione del personale presente, hanno identificato il soggetto mediante la fotocopia di un documento di identità macedone lasciato dal soggetto che aveva effettuato un’operazione.
Lo stesso, infatti, era stato in coda dietro l’anziano ed aveva assistito al ritiro del denaro da parte del medesimo. Mostrata la foto del soggetto al pensionato, lo stesso lo ha riconosciuto. I Carabinieri lo hanno rintracciato poco dopo presso la propria abitazione.
Condotto in Caserma, l’uomo è stato nuovamente riconosciuto dalla vittima che nel frattempo è stata medicata presso gli Ospedali Riuniti, avendo riportato contusioni ed ecchimosi al volto e al fianco.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?