Salta al contenuto principale

Legalità: intesa tra il Miur
e il coordinamento Riferimenti

Basilicata

L’intesa è stata siglata dal Ministro Maria Stella Gelmini e dalla Presidente di Riferimenti, Adriana Musella, ed avrà durata triennale 2010/2013

Tempo di lettura: 
1 minuto 21 secondi

Il Ministero dell’Istruzione e il coordinamento nazionale antimafia 'Riferimenti', hanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato a promuovere l'educazione alla legalità attraverso il progetto 'Gerbera Gialla'.
L’intesa è stata siglata dal Ministro Maria Stella Gelmini e dalla Presidente di Riferimenti, Adriana Musella, ed avrà durata triennale 2010/2013.
«Il Miur – è scritto nell’intesa – ed il coordinamento 'Riferimenti', ciascuno nelle proprie competenze, con il presente protocollo intendono contribuire a promuovere i valori che sono alla base della Costituzione e lo sviluppo di un nuovo umanesimo che si concretizzi in un forte impegno sociale teso alla costruzione ed al consolidamento di tutte le possibili forme di democrazia. Riferimenti si pone da anni l’obiettivo di promuovere l’educazione alla legalità, attraverso il recupero dei valori, la sensibilizzazione delle coscienze ed il rispetto dell’identità e dignità della persona; sensibilizza i giovani ai temi della convivenza civile e democratica contro la violenza di ogni tipo; valorizzando la memoria storica, come patrimonio comune di esperienze in cui si radica il presente e da cui si irradia il futuro e, pertanto, persegue il potenziamento e la riqualificazione dell’istruzione scolastica».
«In attuazione del protocollo – prosegue – e per le finalità previste il Coordinamento Riferimenti realizza lo specifico progetto 'Gerbera Gialla', rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.
Il Miur si impegna a diffondere nelle scuole la presente intesa per favorire la programmazione di specifiche attività integrative previste dal coordinamento e sostenendo l’attività progettuale del coordinamento stesso. Per l’attuazione della presente intesa sarà istituito un comitato tecnico paritetico, composto da due membri designati dal Miur e due membri designati dal Coordinamento Riferimenti»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?