Salta al contenuto principale

Rimini-Cosenza, arrestato un tifoso rossoblù

Basilicata

1ª Divisione. Ingresso vietato ad alcuni fan e striscioni dei silani.Tensione e “cariche”, a padre Fedele impedito di esporre "Viva il Crocifisso"

Tempo di lettura: 
0 minuti 34 secondi

Momenti di tensione allo stadio riminese ieri pomeriggio all’arrivo dei circa 400 supporter del Cosenza. La maggior parte avevano il biglietto, ma una parte di loro voleva acquistarlo a Rimini. Inoltre le tensioni sarebbero nate dal divieto ai tifosi di esporre alcuni striscioni tra cui il drappo di Padre Fedele Bisceglia per la sua mobilitazione per il Crocifisso, già esposto domenica scorsa al San Vito. Ne è scaturita una carica tra polizia e tifosi ed un supporter cosentino di 25 anni è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, per aver dato un pugno a un agente poi recatosi in ospedale dal quale è uscito con 7 giorni di prognosi. Il ragazzo sarà processato oggi per direttissima.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?