Salta al contenuto principale

Why Not: no del gup alla Merante
come parte civile

Basilicata

Il giudice per le udienze preliminari di Catanzaro Mellace ha respinto la richiesta di costituzione di parte civile al processo Why Not di Caterina Merante, principale teste d'accusa

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

CATANZARO -Il giudice per le udienze preliminari Abigail Mellace ha rigettato la richiesta di costituzione di parte civile di Caterina Merante, la principale teste d'accusa dell'inchiesta Why Not su presunte irregolarità per la gestione dei fondi pubblici. Caterina Merante è anche indagata nell'inchiesta per presunte violazioni della legge in materia di occupazione e mercato del lavoro. Il gup ha anche parzialmente rigettato la richiesta di costituzione di parte civile per la società Why Not. In particolare il rigetto riguarda tutti i capi d'imputazione nei quali, secondo il giudice, ci sarebbe un conflitto di interessi con la Regione Calabria. Ha ammesso, invece, la costituzione di parte civile per la Why Not limitatamente ad alcuni capi di imputazione. Il gup, infine, ha ammesso la costituzione di parte civile della Fincalabra.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?