Salta al contenuto principale

Calcio. Prima Categoria. Silana e Filogaso da applausi

Basilicata

Nei gironi di prima categoria spiccano gli ottimi risultati conseguiti dalla Silana e dal Filogaso che si stanno imponendo a suo di vittorie nei rispettivi gironi. Frena il Real Corigliano

Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

Standing ovation per la Silana: dopo una prima fase di equilibrio, il girone B ha finalmente trovato il suo padrone. I ragazzi di Secreti stanno dettando un ritmo impressionante, secondo solo a quello che nel girone A sta conducendo il Corigliano: sette vittorie, due pareggi, nessuna sconfitta, migliore attacco del girone (22 gol segnati) e seconda migliore difesa (otto reti al pari del Real Catanzaro), dietro a Colosimi e Gimigliano. Dietro, troppi pareggi (5 a testa) per Aiello e Gimigliano; attenzione invece alla Garibaldina che sta risalendo verso le posizioni che contano. Domenica i riflettori saranno puntati su Gimigliano-Silana: una vittoria di Danti e compagni potrebbe chiudere i giochi, almeno per il titolo di campione d’inverno.
Ma gli applausi non li merita solo la squadra di San Giovanni in Fiore. A Filogaso si sta realizzando un piccolo miracolo, con un gruppo solido e compatto capace di inanellare cinque vittorie di fila, chiudere la saracinesca della propria porta (solo tre gol subiti) e conquistare il primo posto della classifica. L’Ansel frena e domenica il big match in casa della Serrese potrebbe rivelarsi decisivo per i ragazzi d Galioto. In coda l’Uesse incassa la prima vittoria. Fa notizia il primo pareggio (per giunta in casa) del Real Corigliano, ma il predominio della squadra di Mastromarco non è in pericolo. Domenica c’è Roggiano-Real, ma lo Schiavonea nell’anticipo dovrà incontrare il lanciatissimo Arsenal di mister Cerchiara e del ritrovato Rusciani.
Sarebbe sbagliato non rendere il giusto tributo alla Nuova Rizziconese, squadra sempre ai primi posti della graduatoria nel girone D: ora è arrivato anche l’allungo decisivo, frutto della bella vittoria a Delianuova e con la complicità delle amnesie di Natile (0-1 a Bianco) e del Marina di Nicotera (0-1 ad opera del fanalino Motta in casa). L’Antonimina continua a stupire, ma dietro incalza il San Luca, finalmente protagonista dopo un avvio un po’ in ombra.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?