Salta al contenuto principale

'Ndrangheta, questore di Reggio vieta
i funerali pubblici per il boss Costa

Basilicata

Pietro Costa era considerato uno dei capi dell’omomina cosca di Siderno della 'ndrangheta

Tempo di lettura: 
0 minuti 19 secondi

Vietati i funerali pubblici per il presunto boss della 'ndrangheta Pietro Costa, di 59 anni, morto lunedì scorso per arresto cardiocircolatorio nel carcere di San Gimignano (Siena) dove era detenuto in regime di 41 bis.
La decisione è stata presa dal questore di Reggio Calabria, Carmelo Casabona (in foto), a garanzia dell’ordine e della sicurezza pubblica. Costa sarebbe stato uno dei capi dell’omomina cosca di Siderno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?