Salta al contenuto principale

Sciolto il Novantunesimo Battaglione

Basilicata

Il generale di Brigata: «Momento doloroso ma necessario per la specializzazione dell'esercito». La gloriosa bandiera piegata e portata a Roma

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

POTENZA - Il Novantunesimo battaglione «Lucania», di stanza a Potenza, è da oggi ufficialmente chiuso: lo scioglimento di un reparto «storico» per le forze armate italiane e per la Basilicata, che lo ospita dal 1977, è stato ufficializzato alle ore 10.38, quando la «gloriosa» bandiera del battaglione ha lasciato il piazzale della caserma per essere trasferita a Roma, nel museo del Risorgimento. La cerimonia di chiusura del battaglione, che si è svolta stamani a Potenza, ha segnato «un momento doloroso ma necessario per la specializzazione dell’esercito», come hanno evidenziato il vicecomandante del raggruppamento unità addestrative dell’Esercito, il generale di brigata Alfonso Barbato, e il comandante del battaglione «Lucania», il tenente colonnello Vincenzo Barbati. Quest’ultimo, in particolare, leggendo l’allocuzione di chiusura, si è commosso ricordando «il passaggio alla storia della bandiera». Il battaglione venne creato l’1 novembre 1884, partecipando a diverse campagne: il vessillo è decorato con la croce di cavaliere dell’ordine militare d’Italia durante la Prima Guerra Mondiale, con medaglia di bronzo al valor militare durante il secondo conflitto, e con la medaglia d’argento al valore dell’Esercito per i soccorsi prestati dopo il terremoto del 23 novembre 1980.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?