Salta al contenuto principale

Basilicata ok, turismo tutelato

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 8 secondi

di MICHELANGELO FERRARA
"TURISMO - Sviluppo del Territorio e diritti dei consumatori": se ne è discusso nel pomeriggio di ieri nella sala consiliare della provincia di Matera. «L’incontro scaturisce da un protocollo d'intesa denominato "Basilicata ok!", promosso dall’Adiconsum e dall'Adoc, sottoscritto a luglio scorso da Confcommercio, Confesercenti, Api e Associazione Lucana Turismo Doc. - ha detto Angelo Festa segretario regionale dell'Adiconsum di Basilicata - Le attività messe in campo sono state diverse, a cominciare dalla stampa di un opuscolo sui diritti del turista (distribuito in 5 mila copie in tutta la Basilicata) al monitoraggio della qualità delle attività ricettive, con la diffusione di un questionario, e all'avvio della conciliazione paritetica fra associazioni dei consumatori e operatori turistici per risolvere bonariamente controversie che potessero sorgere. Il nostro impegno - conclude Festa - ha assicurato un valore aggiunto agli operatori turistici e al territorio perché ci siamo messi a disposizione gratuitamente e con lo slancio tipico dei volontari. La qualità del turismo non dipende solo dagli operatori del settore, ma anche dalle Amministrazioni locali, che devono ridefinire politiche più specifiche di accoglienza». Il progetto si è avviato dalla libera volontà delle parti di mettersi in gioco per il bene comune: operatori turistici, rappresentanti sindacali, enti locali e associazioni dei consumatori. Notevole il successo in termini di adesioni e di consensi, visto che viaggiatori, vacanzieri e villeggianti hanno accettato volentieri di essere intervistati. «Il turismo rappresenta una vera occasione di sviluppo e merita tutta l'attenzione per una politica coerente - ha detto Giuseppe Amatulli segretario Cisl Basilicata - Un'offerta diversificata quello del turismo che mette in collegamento tutto il territorio. Abbiamo bisogno di compensare le carenze strutturali con un'efficienza dei servizi». La qualità della vita e dell'ambiente, lo sviluppo delle infrastrutture, la qualificazione dell'offerta turistica, le politiche per la formazione e lo sviluppo dell'occupazione, i diritti dei consumatori sono i temi che più interessano le associazioni dei consumatori per lo sviluppo del turismo quale settore strategico per la nostra economia. La Regione Basilicata ha predisposto ultimamente il Piano Turistico Regionale, la classificazione delle strutture alberghiere e la Carta dei Servizi Turistici. «Siamo convinti che il turismo sia una grande risorsa per il Sud e può diventarlo per tutto il paese. - ha detto Pietro Giordano segretario nazionale Cisl Adiconsum - Bisogna investire per il Mezzogiorno penalizzato anche nei collegamenti ferroviari che rappresentano ulteriori disagi per i consumatori. Questo progetto, il primo in Italia, rappresenta un primo passo dove seguirà un'evoluzione per far conoscere il ruolo delle parti sociali in tutti i settori con un'osservatorio permanente del mercato turistico in Basilicata. Qualità, professionalità e sicurezza economica e sociale sono i punti di forza per un turismo di qualità che deve improntarsi sul codice etico di buona prassi imprenditoriale. Bisogna attivare - conclude Giordano - un Ente Bilaterale composto da rappresentanti delle associazioni imprenditoriali e dei consumatori, per monitorare la qualità dell'offerta dei servizi turistici, tutelare le imprese e i cittadini e per favorire l'evoluzione delle relazioni consumeristiche verso un sistema più strutturato.
In esso la conciliazione pre-giudiziale è uno dei ruoli che le parti assumono. Le potenzialità turistiche della città di Matera permettono di poter destagionalizzare il flusso turistico e fare in modo che si possa operare per tutto l'anno».
Si tratta in realtà di valorizzare le professionalità del territorio in una concertazione finalizzata alla soddisfazione dei turisti che chiedono la nostra ospitalità.
«Questa estate abbiamo avviato insieme all'Adoc un monitoraggio per conoscere il grado di soddisfazione del turista in Basilicata e la capacità di accogliere il viaggiatore da parte delle strutture turistiche e sociali coinvolte - ha detto Marina Festa, segretaria provinciale Adiconsum Matera - Si sono verificati i punti di forza e debolezza del turismo lucano e ciò che i viaggiatori si aspettavano dal nostro territorio in termini di accoglienza e ospitalità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?