Salta al contenuto principale

Giudice sportivo: mazzata per il Gela
Quattro turni a Geraldi

Basilicata

Costa caro al giocatore sciliano aver dato "un pugno all'avversario disinteressandosi del pallone". Per il Catanzaro un'ammenda di tremila euro

Tempo di lettura: 
0 minuti 37 secondi

In Seconda Divisione tra i giocatori sono stati squalificati per quattro turni Geraldi (Gela) «perchè disinteressandosi del pallone colpiva con un violento pugno allo zigomo un avversario che lo aveva seguito nell’azione di gioco provocandogli un vistoso taglio»; per due gare Pezzi (Bellaria Igea Marina), Ruffini (Carpenedolo), La Cava (Isola Liri), Mineo (Juve Stabia), e per una giornata Conte (Sacilese), Manzo (Villacidresse), Rais (Alghero), Amaranti (Fano), Youssouf (Cassino), Migliaccio e Mora (Noceto), Vianello (Gela), Maury (Juve Stabia), Silva (Legnano), Di Pasquale (Manfredonia), Tarracciano (Nocerina), Loseto (Noicattaro), Ruffini (Pro Vercelli), Arcola (Sangiustese), Basile (Scafatese), Ferracuti (Colligiana).
Tra i dirigenti inibizione fino al 15 dicembre 2009 per Barretta (Brindisi), fino all’8 dicembre per Pavarese (Juve Stabia). Ammende a società: Brindisi 10.000 euro, Gela 7500, Catanzaro 3000, Barletta 1500, Juve Stabia e Pro Vasto 500.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?