Salta al contenuto principale

Giudice sportivo: sedici squalificati
in Prima divisione

Basilicata

Mano pesante per Rava (Paganese) fermato per quattro giornate per aver rivolto una frase minacciosa a un assistente arbitrale

Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

Il giudice sportivo della Lega Pro ha squalificato 16 giocatori in Prima Divisione. Sono stati squalificati per quattro giornate Rana (Paganese) per «aver al termine della gara rientrando negli spogliatoi rivolto ad un assistente arbitrale una frase gravemente minacciosa»; per due turni Bolla (Alessandria), Ferreira (Arezzo), Deandrade (Verona), Monticciolo (Paganese), Rossi (Cremonese) e per una gara Comazzi (Verona), Rodriguez (Alessandria), Gualstavino e Turchi (Foligno), Sottil (Alessandria), Tarantino (Cavese), Ludi (Novara), Monticciolo (Paganese), Madaschi (Portogruaro), Cardinale (Rimini). Ammonizione con diffida per Signorini (Alessandria), Serafini (Pro Patria), Schetter (Cavese), Paoloni (Cremonese), Ganci e Zizzari (Pescara), Cuomo (Foggia), Grippo (Lumezzane), Tombesi (Novara), Castaldo (Paganese), Degiosa e Greco (Sorrento), Migliaccio (Taranto), Danucci (Ternana), Del Sante e Osuji (Varese), Moi e Turchi (Lanciano). Tra i dirigenti inibizione fino al 31 dicembre 2009 per Pasquariello (Real Marcianise), fino all’8 dicembre per Ottaviani (Foligno) e fino al primo dicembre per Trapani (Paganese). Ammende a società: Real Marcianise 6000 euro, Pescina V. 5000, Pescara 3500, Como, Foggia e Paganese 1500, Andria 1000, Lanciano 500.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?