Salta al contenuto principale

La Cgil invita alla manifestazione di sabato a Cosenza

Basilicata

Il sindacato chiede uno scatto di orgoglio alla città di Cosenza e alla provincia che «drammaticamente vivono la mancanza di lavoro, in conseguenza anche dello smantellamento del tessuto produttivo»

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

«La Cgil chiede uno scatto di orgoglio alla città di Cosenza e alla provincia che drammaticamente vivono la mancanza di lavoro nel nostro territorio, in conseguenza anche dello smantellamento del già fragile tessuto produttivo».
Lo afferma, in una nota, il segretario generale della Cgil di Cosenza, Giovanni Donato, facendo riferimento alla manifestazione regionale in programma sabato prossimo. «Una situazione – aggiunge Donato – che potrebbe peggiorare nei prossimi giorni. Per questo è importante mobilitarsi e partecipare in massa alla manifestazione regionale in programma a Cosenza per sabato. Il corteo partirà da piazza Zumbini alle 9 e si snoderà lungo il centro cittadino per concludersi in Piazza dei Bruzi con un comizio in piazza».
È previsto l’intervento, oltre che dello stesso Donato, di Sergio Genco, segretario generale della Cgil Calabria. Concluderà Fulvio Fammoni, segretario nazionale della Cgil. Parleranno anche un immigrato, uno studente e il lavoratore di un’azienda in crisi.
«Per la manifestazione, alla quale hanno aderito numerosi rappresentanti istituzionali e di partito – dice ancora Donato – sono attesi circa duecento pullman da tutta la Calabria. Al corteo parteciperà una delegazione dei lavoratori della Toscana per dare un forte messaggio di unità nazionale. Cosenza è chiamata a una grande prova di civiltà, al fianco della Calabria che non si rassegna, delle lavoratrici e dei lavoratori delle aziende in crisi, dei licenziati, dei cassintegrati, dei precari, dei senza reddito, dei disoccupati dei migranti, dei pensionati e delle famiglie».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?