Salta al contenuto principale

Ancora minacce a Nello Rega, testa di agnello in auto

Basilicata

Una testa di agnello è stata rinvenuta oggi nell'auto del giornalista Nello Rega, autore del volume "Diversi e divisi". Si tratta dell'ennesimo atto intimidatorio nei suoi confronti

Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

La testa mozzata di un agnello è stata lasciata stamani, a Potenza, nell'automobile del giornalista di Televideo Rai, Nello Rega, che è autore del libro intitolato "Diversi e divisi" - sulla convivenza tra cristiani e islamici - e ha già ricevuto cinque lettere contenenti proiettili e messaggi di morte nelle case dove vive, sia a Roma sia nel capoluogo lucano.
«Non ne posso più, sono angosciato e ho paura», ha detto Rega.
Stamani, il giornalista è uscito di casa e, dopo aver acquistato i giornali, vi ha fatto ritorno: quando è tornato fuori per riprendere l'auto, dopo circa 40 minuti, ha scoperto che era stata aperta e ha trovato la testa di agnello sul sedile del passeggero. Rega ha chiesto l'intervento dei Carabinieri, che hanno prelevato la testa di agnello e hanno fatto alcuni rilievi.
«Ormai sono così sfiduciato - ha detto Rega - che sono pronto a rinunciare a quel minimo di tutela di cui godo quando sono a Potenza, per decisione delle autorità di pubblica sicurezza, a cui sono comunque grato. Il fatto di oggi, avvenuto in pieno giorno, dimostra che sono davvero in grande pericolo: forse - ha concluso il giornalista e scrittore - è arrivato il momento di lasciare che le cose seguano il loro corso, in modo che ognuno si assuma le sue responsabilità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?