Salta al contenuto principale

Platini: "No alla moviola
Sì all'arbitro di porta"

Basilicata

Il presidente dell'Uefa ospite in un convegno degli arbitri di Reggio Calabria ha ribadito la necessità di rivedere le regole del gioco

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

"Un arbitro supplementare, dietro la porta, avrebbe visto il fallo di mano di Thierry Henry. La moviola in campo? Non è una buona soluzione". Michel Platini, presidente della Uefa, a Reggio Calabria in un convegno organizzato dalla sezione Aia, non cambia idea e continua a bocciare la moviola anche dopo il "caso Francia-Irlanda". Il match, che ha promosso i Bleus ai Mondiali 2010, è stato deciso da un gol in un'azione viziata dal fallo di mano del transalino Thierry Henry. Platini, all''Equipe, dice no al video "per esperienza ma anche dal punto di vista economico". "Si parla di grandi match, ma si potrebbero utilizzare venti telecamere per un incontro alle Far Oer o ad Andorra? Perchè non rispettare l'uguaglianza in tutte le occasioni?", dice il numero 1 della confederazione continentale. La Uefa ha avviato in Europa League la sperimentazione relativa all'impiego di due assistenti d'area, chiamati a collaborare con la terna arbitrale normale. La presenza dell'arbitro supplementare, dice Platini, avrebbe potuto evitare l'abbaglio del direttore di gara svedese Martin Hansson in Francia-Irlanda. "Da tempo - dice Platini-sostengo che si debba fare qualcosa per aiutare gli arbitri».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?