Salta al contenuto principale

Il "Festival del mondo arabo"
miglior progetto europeo all’Unical

Basilicata

Il Festival si è svolto a Santa Severina e Crotone, dal 20 al 26 settembre scorsi, ed è un evento finanziato dal programma Cultura 2007/2013 dell’Unione europea

Tempo di lettura: 
1 minuto 47 secondi

Il Festival del mondo arabo fa scuola come miglior progetto europeo all’Unical. Il 4 dicembre prossimo, nell’Aula Magna dell’Università della Calabria, il Cultural Contact Point Italy, in collaborazione con l’Unical, organizza un incontro bilaterale sulle possibilità di finanziamento nel quadro del Programma Cultura 2007-2013.
All’interno dell’info day sarà presentato come «Best practices» in Italia meridionale il Festival del mondo arabo. Il Festival si è svolto a Santa Severina e Crotone, dal 20 al 26 settembre scorsi, ed è un evento finanziato dal programma Cultura 2007/2013 dell’Unione europea e prevede una partnership tra Italia, Spagna e Grecia per favorire il processo d’integrazione tra Occidente e Oriente.
Le città coinvolte nel progetto sono quattro: il Comune di Santa Severina, capofila dell’iniziativa, il Comune di Crotone, assessorato all’ Identità, il consorzio «Georama» di Patrasso, Puerto Lumbreras. Per una settimana il territorio crotonese si è presentato come la «capitale» del dialogo interculturale. Spettacoli, laboratori, musica, danza, teatro, incontri, convegni hanno messo a confronto personalità eminenti di questi due mondi, così ricchi di tradizioni, storia e arte.
A raccontare questo suggestivo viaggio alla scoperta del mondo arabo all’Unical saranno il sindaco di Santa Severina, Bruno Cortese, l’assessore all’identità del Comune di Crotone, Silvano Cavarretta e il direttore artistico del Festival, Gianfranco Labrosciano.
La giornata del 4 dicembre, è scritto in una nota, intende informare i partecipanti sui criteri di accesso e sulle modalità di candidatura al Programma comunitario appositamente concepito a sostegno della cooperazione transnazionale e del dialogo interculturale. I destinatari dell’info day sono amministratori e funzionari pubblici operanti nel settore della cultura, associazioni e/o organizzazioni culturali, Università, istituti di alta formazione e ricerca scientifica.
La sessione mattutina prevede gli interventi dei referenti dell’Ateneo ospite e dei rappresentanti istituzionali del Cultural Contact Point – Italy. Nella sessione pomeridiana seguiranno gli incontri bilaterali. La Commissione Europea ha incaricato il ministero per i Beni e le attività culturali di creare il punto di contatto nazionale per il Programma «Cultura 2007-2013». Tale punto di contatto è l’Antenna Culturale Europea CCP Italy. Il principale compito dell’Antenna è quello di incrementare la partecipazione degli operatori culturali italiani, incoraggiando l’adesione al Programma Cultura 2007-2013.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?