Salta al contenuto principale

Lamezia, sequestrati 4mila accessori
per cellulari contraffatti

Basilicata

Il sequestro è avvenuto a seguito di una perquisizione domiciliare effettuata a Pianopoli dai militari della Guardia di finanza di Lamezia

Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

Sequestrati oltre 4.000 accessori per telefonia mobile e per consolle da intrattenimento come cover, custodie, caricabatteria, auricolari, amplificatori wi-fi e adattatori di memory card e denunciato un 26enne per i reati di uso e vendita di prodotti industriali contraffatti.
Il materiale è stato sequestrato dopo una perquisizione domiciliare a Pianopoli effettuata dai militari della Guardia di finanza di Lamezia Terme. In particolare, la merce era detenuta da un 26enne di origine campana ma residente in Calabria, titolare di account «e-bay» cui è associato un noto negozio virtuale di accessori di telefonia, che aveva messo su un florido commercio via elettronica. Si tratta prevalentemente di articoli di fabbricazione cinese, importati a mezzo spedizionieri specializzati, successivamente contraffatti con l’applicazione dei più famosi marchi in commercio p immessi sul mercato senza essere in regola con la normativa comunitaria e nazionale in materia di sicurezza dei prodotti.
L’indagine delle fiamme gialle ha preso le mosse dall’approfondimento di importazioni di merce dalla Cina che lasciavano presupporre l’esistenza di un giro di prodotti contraffatti commercializzati sul web. Gli accertamenti eseguiti hanno consentito ai baschi verdi del gruppo di Lamezia di riscotruire la rete dei soggetti che commercializzavano i prodotti e di procedere al sequestro dei prodotti che, oltre ad essere taroccati possono anche essere pericolosi per la salute dei consumatori.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?