Salta al contenuto principale

Seminara: il ministro Matteoli al posto Berlusconi
alla cerimonia sull'A3

Basilicata

L'arrivo di Silvio Berlusconi in Calabria ha anche scatenato alcune reazioni polemiche nel mondo politico. L'intervento di Michelangelo Tripodi

Tempo di lettura: 
1 minuto 51 secondi

Silvio Berlusconi non sarà a Reggio Calabria per partecipare alla cerimonia di abbattimento del diaframma della galleria Baritteri dell’Autostrada Salerno- Reggio Calabria. A sostituirlo ci sarà il ministro Altero Matteoli. È lo stesso ministro per le Infrastrutture e i Trasporti che ha spiegato le ragioni dell’annullamento della visita del presidente del Consiglio: "Si è fatto tardi in Cdm e il presidente aveva del lavoro da fare a Roma".
Nonostante ciò, non sono mancate alcune reazioni polemiche alla sua visita in Calabria: «Berlusconi ha la faccia tosta di venire in Calabria nonostante guidi un Governo, impregnato di cultura leghista, che sta portando avanti una politica contro la Calabria e contro il Mezzogiorno».
Ad affermarlo è l'assessore regionale all’Urbanistica, Michelangelo Tripodi, a proposito della partecipazione del presidente del Consiglio dei Ministri alla cerimonia odierna di abbattimento dell’ultimo diaframma di due gallerie nel tratto autostradale Gioia Tauro-Scilla.
«Un Governo, quello guidato da Berlusconi, che ha sottratto - aggiunge Tripodi – i Fondi Fas alla nostra terra e al Sud, un Governo che, con il Cipe, ha finanziato, su 12 grandi progetti, solo la realizzazione del Ponte sullo Stretto, opera inutile e sbagliata che non serve nè alla Calabria, nè alla Sicilia, un Governo che tiene bloccati un miliardo e 700 milioni di euro destinati alla Calabria con il Par Fas 2007-2013, un Governo che non fa niente per garantire un risanamento ambientale e la bonifica dei siti inquinati e che non stanzia un euro per prevenire il rischio idrogeologico e la difesa del suolo che rappresentano per la Calabria una vera e propria emergenza un Governo che non ha fatto nulla per il problema dell’occupazione, un Governo che sta preparando una Finanziaria che, ancora una volta, trascura il Mezzogiorno».
«Di tutto questo – conclude l’assessore Tripodi – dovrebbe rispondere il presidente del Consiglio Berlusconi, invece di fare l’ennesima passerella propagandistica su un’opera, l'ammodernamento dell’autostrada Salerno-Reggio, per la quale il suo Governo aveva chiuso i rubinetti e i cui lavori sono stati garantiti solo grazie all’impegno del Governo Prodi. Probabilmente hanno ragione tutti coloro i quali ritengono che questa toccata e fuga calabrese di Berlusconi non sia altro che un pretesto per sfuggire al processo di Milano che lo vede coinvolto nella qualità di imputato».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?